LOGIN


ITA  ENG  RUS  CIN
È un'Europa in crescita quella che si avvia a un ottimistico quarto trimestre con prospettive rosee per l'anno venturo, anche se probabilmente sarà meno positivo di quello in corso. Nel secondo trimestre, infatti, il PIL è aumentato, rispetto al già positivo trimestre precedente, sia nell'area Euro sia nell'Unione Europea a 28 paesi, segnando un complessivo +0,6%. Rispetto al 2016, il PIL corretto per gli effetti del calendario è aumentato del 2,1% nell'Eurozona e del 2,2% nell'EU28, con un leggero rialzo rispetto ai dati del primo trimestre, rispettivamente +1,9% e +2,1%.D'altra parte, lo stesso Fondo monetario internazionale aveva rivisto al rialzo le stime per alcuni Paesi dell'area euro, tra i quali Francia, Germania, Italia e Spagna, dopo le performance positive registrate nel primo trimestre. Nell'Eurozona le stime del Fmi sono state alzate per quest'anno a +1,9% (da +1,7%) e per il 2018 a +1,7% (da +1,6%). L'Italia resterà assieme al Giappone il fanalino di coda tra i Paesi del...


Sembra definitivo l'addio della Cina a quelle crescite a doppia cifra che dieci anni fa lasciavano a bocca aperta l'economia mondiale. Nonostante un'accellerazione nell'ultimo...




La crisi economica, ma anche il caro-carburanti, il caro-assicurazioni e l'overdose di imposte, hanno dato il colpo di grazia al mercato dell'auto in Italia checon il 2012 chiude un...




Il surplus commerciale della Germania e' di nuovo in rialzo a novembre, a 17 miliardi di euro, contro i 15,7 miliardi di ottobre, malgrado un netto calo delle esportazioni. Lo indica...




Il produttore d'acciaio Mittal non è più il benvenuto in Francia. A dichiararlo il ministro del Riassetto Produttivo francese Arnaud Montebourg che ha accusato il colosso, che nel 2006...




Le prospettive a breve termine per l'economia dell'UE e della zona euro restano precarie, anche se si prevede che il PIL torni a crescere gradualmente nel 2013 e, con più forza, nel...




Proposte per rendere più competitivo il settore dell'auto: investire nell'innovazione, ridurre la burocrazia, rafforzare le competenze e migliorare l'accesso ai mercati mondiali. Per...




La ripresa dell'Unione europea sarà tiepida. E soprattutto non arriverà prima del 2014. Peggio: l'Italia è in profonda recessione e il picco della crisi non è ancora arrivato, a...




Peugeot, Ford, Opel. Le fabbriche automobilistiche chiudono una dopo l'altra in Europa, il settore è un grave crisi. Con il suo nuovo piano d'azione la Commissione europea si impegna a...


SPONSOR

Abbonarsi conviene: conoscere in tempo reale le novità del settore ti mantiene un passo avanti a tutti. L’abbonamento è uno strumento indispensabile per essere aggiornati quotidianamente su quanto accade nel settore e per avere risposte precise e puntuali alla proprie necessità e aspettative di informazione.

CERCA NEL SITO