LOGIN


ITA  ENG  RUS  CIN
È un'Europa in crescita quella che si avvia a un ottimistico quarto trimestre con prospettive rosee per l'anno venturo, anche se probabilmente sarà meno positivo di quello in corso. Nel secondo trimestre, infatti, il PIL è aumentato, rispetto al già positivo trimestre precedente, sia nell'area Euro sia nell'Unione Europea a 28 paesi, segnando un complessivo +0,6%. Rispetto al 2016, il PIL corretto per gli effetti del calendario è aumentato del 2,1% nell'Eurozona e del 2,2% nell'EU28, con un leggero rialzo rispetto ai dati del primo trimestre, rispettivamente +1,9% e +2,1%.D'altra parte, lo stesso Fondo monetario internazionale aveva rivisto al rialzo le stime per alcuni Paesi dell'area euro, tra i quali Francia, Germania, Italia e Spagna, dopo le performance positive registrate nel primo trimestre. Nell'Eurozona le stime del Fmi sono state alzate per quest'anno a +1,9% (da +1,7%) e per il 2018 a +1,7% (da +1,6%). L'Italia resterà assieme al Giappone il fanalino di coda tra i Paesi del...


La Royal Dutch Shell sta tagliando la spesa nella sua esplorazione e produzione in Nord America di un quinto e potrebbe vendere più dei suoi beni riguardanti gli asset di olio e gas di...




Il numero è da fare invidia ai membri di quell'Unione europea a cui da anni aspira ad aderire: nel terzo trimestre la Turchia mette a segno un energico +4,4% del Pil rispetto all'anno...




La Cina è molto più vicina se vista da Bucarest. Con la stretta di mano tra il primo ministro Li Keqiang e il suo omologo rumeno Victor Ponta è cominciato il vertice tra la “tigre...




In molti in coda agli uffici di collocamento, soprattutto giovani. E in pochi in coda nei negozi, con una dinamica dei prezzi ancora decisamente sottotono. È questo il quadro della...




Renault può finalmente invadere la Cina. Dopo anni di negoziati, le autorità del Paese hanno dato il via libera al produttore francese, imprimendo una svolta al “Risiko” del mercato...




Non si ferma l'esodo delle case automobilistiche dall'Australia. Dopo Ford, anche General Motors ha annunciato che dal 2017 smetterà di produrre nel Paese. Tremila i posti a rischio...




La ricetta spagnola per uscire dalla recessione? La si trova nei porti, dove le merci prendono il mare verso l'estero. A confermare il ruolo di traino delle esportazioni sono arrivati...




Undicimila nuovi posti di lavoro. Li ha promessi Ford per il 2014. Circa metà delle assunzioni della casa automobilistica riguarderanno gli Stati Uniti, l'altra metà Cina e Brasile,...


SPONSOR

Abbonarsi conviene: conoscere in tempo reale le novità del settore ti mantiene un passo avanti a tutti. L’abbonamento è uno strumento indispensabile per essere aggiornati quotidianamente su quanto accade nel settore e per avere risposte precise e puntuali alla proprie necessità e aspettative di informazione.

CERCA NEL SITO